Articoli Commenti

Rieti Virtuosa » I Candidati

I Candidati

Glauco Perani (1958)
A Rieti dal 1971, laureato in Sociologia, dipendente ASL Rieti dal 1991 attualmente in qualità di Dirigente Amministrativo.
Impegnato nell’associazionismo dal 1985 sono stato socio fondatore dell’ARFH (Associazione Reatina Famiglie portatori di Handicap), che ho presieduto fino al 1997; fondatore nel 1990 della Atletica Sport Terapia Rieti che ho presieduto fino al 2001 e di cui attualmente sono Consigliere. Nel 1997 sono stato tra i fondatori della FISH (Federaz. It. Superamento Handicap) del Lazio e del Coordinamento delle Associazioni dei Disabili della Provincia di Rieti.
Ho seguito a lungo, soprattutto dal punto di vista normativo, le problematiche sociali e di tutela dei diritti delle persone con disabilità.

Annapaola Pitotti (1957)
Reatina e residente di Vazia, sono insegnante di scuola dell’infanzia da più di 30 anni nella “G. Marconi”. Tra le attività a cui mi dedico (mio marito dice che ne faccio troppe!!), sono volontaria alla Mensa di S. Chiara e membro della Caritas della Parrocchia di Vazia e come cittadina partecipo a Cittadinanzattiva.
Sono convinta che ogni singolo cittadino possa dare il suo contributo per cambiare lo stato attuale delle cose.
Ciò che desidero è una città pulita e virtuosa, che insieme alle altre realtà dei comuni Virtuosi, possa unire tutta l’Italia con un processo di radicale cambiamento culturale e politico.

Federico Fiocco (1981)
Nato e vissuto sempre in questa città, eccetto una parentesi di 4 anni trascorsi nella città di Perugia per motivi di studio. Mi laureo in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Perugia e attualmente esercito la pratica forense in uno studio legale della città di Rieti.
Da anni sono volontario in un’associazione reatina che si occupa di malati oncologici e per la quale curo la rubrica “normative” del giornalino di informazione socio culturale.
Per rilassarmi adoro suonare la chitarra e cantare le canzoni dei miei cantautori preferiti.
Mi sono avvicinato alla politica attraverso il movimento civico Rieti Virtuosa (di cui sono Tesoriere) per dare il mio piccolo contributo affinché questa città possa uscire da quel “torpore” che da tempo ne limita tutte le grandi potenzialità, assolutamente convinto che tutti possiamo trarre vantaggio da una città più “dinamica” e più attenta alle categorie deboli della popolazione residente.

Antonella Tiezzi ( 1954 )
Da sempre appassionata di tematiche ambientali, dopo un’esperienza come artigiana nella tessitura e nella tintura vegetale, da molti anni lavoro all’Agenzia del Territorio. Sono più che mai convinta che non sia possibile rimandare la partecipazione di ogni cittadino alla vita pubblica, a partire dalle scelte che si compiono per la città ed il suo territorio.

Penso che una politica volta al bene comune può appassionare ed attrarre l’impegno ed i talenti di molti, migliorando la qualità della nostra vita e restituendo prospettiva al progettare, motivo per cui sono attivista in Rieti Virtuosa.

Luigi Salvatore Vincenti (1945)
Nato a Milano nel ’45. Laurea in Economia e Commercio alla Universita’ Cattolica di Milano. Membro A.A.T. (UK), Association of Accounting Technicians.
Inizio a lavorare nel 1960 e percorro una lunga e diversificata carriera in aziende italiane e internazionali, culminata nella nomina a direttore generale di una multinazionale (Ri.tra.ma. S.p.A) nel 1988. Nel 1994 decido di entrare nel mondo dello sviluppo internazionale a favore dei paesi del terzo mondo; mi trasferisco in Africa dove lavoro come cooperante in Botswana, Tanzania e Malawi. Muovo successivamente a Londra, dove insegno Contabilità in Scuole Tecniche che supportano l’inserimento lavorativo di stranieri nel Regno Unito.  Nel 2002 accetto la posizione di Regional Admnistrator per Eastern e Southern Africa per Plan International, una delle maggiori onlus a livello mondiale nel settore dell’assistenza all’infanzia. Ancora per Plan International, mi sposto in Sud Sudan, dove apro un programma per lo sviluppo dell’educazione tecnica nel paese.

Ritorno in Italia nel 2006 e, dopo una vacanza nella Valle Santa percorrendo il sentiero di Francesco, decido di stabilirmi a Rieti. Inizio a collaborare con la sezione locale di Legambiente, dove mi occupo attivamente di educazione ambientale nelle scuole.
Continuo a prestare la mia collaborazione, come volontario, ad associazioni come Guardavanti: il futuro dei bambini (onlus in Pavia), quale membro del consiglio direttivo e C.C.M. Comitato di Collaborazione Medica (onlus in Torino) in qualita’ di membro del collegio dei revisori. Da oltre 10 anni supporto i Missionari Monfortani, Congregazione Missionaria presente in tuttti i continenti, per la parte organizzativa e amministrativa delle missioni.

Roberta Manca (1973)
Ingegnere Chimico, indirizzo Biotecnologico Alimentare, laureata al Politecnico di Torino. Attualmente lavoro a Rieti come libero professionista in qualità di consulente tecnico nell’ambito di servizi inerenti la sicurezza sul lavoro e le indagini geofisiche. Ho esperienza nella ricerca e sviluppo nel settore energetico, ho lavorato infatti per sei anni in una multinazionale italiana leader nel settore, occupandomi in particolare di celle a combustibile. Mamma di una bimba di tre anni sono convinta che, perché mia figlia cresca in un mondo migliore, sia necessario che il cambiamento inizi dalla mia vita, per questo ritengo che la responsabilità e la partecipazione del cittadino alla gestione della città siano fondamentali. Sono appassionata di teatro ed in particolare di teatro per bambini. In Rieti Virtuosa faccio parte del gruppo ambiente.

Marco Giordani (1958)
Vengo da Ascoli, ho 54 anni. Sono reatino perché, laureato 30 anni fa a Pisa in Informatica, fui contattato dall’allora Telettra, che allora raccoglieva tecnici del centro sud dalle migliori università e con i migliori voti. Molti rimanevano qui solo un po’; io invece fui mandato già nell’84 a lavorare a Milano, tornando qui nel ’91 e decidendo di rimanerci. Oggi lavoro come funzionario in Alcatel-Lucent, collaborando quotidianamente con colleghi di tutto il mondo. Ho una figlia di 24 anni, laureata in lingua cinese, ed una compagna tedesca, che ha lasciato la Germania per Rieti.

Mi sono sempre appassionato alla politica; il mio primo ricordo di coscienza politica di sinistra laica e liberale risale al referendum sul divorzio, quando avevo 16 anni. Tuttavia non ho preso mai preso parte attiva in partiti, pur continuando a lungo a considerarne adeguato il sistema. Da una decina di anni ho consapevolezza del cancro insito nel loro sistema, del degrado verso la partitocrazia prima e l’oligarchia poi, ed infine degli intrecci di interessi a livello locale. Questo non mi ha però spinto verso qualunquismo o antipolitica: nel 2005 mi assumo la responsabilità, visto che nessuno se la prendeva, di coordinare il comitato provinciale per il SI’ alla abrogazione della legge 40 sulla procreazione assistita; nel 2009 sono tra i fondatori dell’associazione Sabina Radicale, riconoscendomi nella analisi che l’Italia non è più uno stato di diritto e che la situazione attuale è frutto del tradimento della Costituzione da subito attuato da tutti i partiti; anche il “non sono tutti uguali, ma sono tutti soci”, trovo che perfettamente si attagli alla situazione locale. Come segretario dell’associazione, oltre a varie prese di posizione “non conformi” su vari temi cittadini, mi faccio portatore di interrogazioni e mozioni presso il consiglio regionale ed il parlamento; ad esempio, per una dichiarazione della Piana come “non idonea a costruzione ed esercizio di impianti fotovoltaici” o per chiedere (a seguito della alluvione) “la revisione del disciplinare di gestione delle dighe”, o per avere informazioni dalla regione sulla misteriosa clinica da 100 ettari da fare sulla Piana. Nel 2011, partendo dal ricorso al TAR sul sacco urbanistico della città nascosto dietro i Piani Integrati, mi trovo con chi diventiamo il movimento civico Rieti Virtuosa. All’interno dei gruppi di lavoro di Rieti Virtuosa, mi occupo in particolar modo degli strumenti di democrazia diretta e delle misure di trasparenza degli atti e delle procedure (ad esempio di nomina nelle società controllate).

Giorgia Brugnerotto (1985)
Nata a Milano e cresciuta a Rieti. Mi appassiono allo studio dell’essere umano e mi laureo alla Sapienza di Roma in Psicologia dell’Età Evolutiva e della Famiglia, facendo contemporaneamente lavori vari e viaggiando, tra un’esame e l’altro, per le città europee. Sono da sempre attiva nel mondo del non-profit, prima nel campo della riabilitazione infantile e della salute mentale, poi sulle tematiche ambientali.
Ho lavorato in qualità di progettista, tutor e operatrice con diverse associazioni nazionali, in progetti sulla prevenzione del disagio scolastico, assistenza ai minori, campagne nazionali sulla sicurezza, educazione ambientale ed educazione al consumo. Nella provincia di Rieti mi occupo soprattutto di progetti legati alla prevenzione dei rifiuti e alla sostenibilità ambientale.
Suono per passione il basso elettrico.
Ho iniziato ad occuparmi di politica perché vorrei una città dove vivere meglio, per non andare a vivere in una città migliore.

Valerio Brugnerotto (1948)
Sono nato in Germania nel ’48, figlio di immigrati veneti. Ho vissuto l’adolescenza a Treviso dove ho imparato l’amore per la natura e la montagna.
A vent’anni mi sono trasferito a Milano lavorando come metalmeccanico, nel frattempo ho vinto un concorso per insegnare nelle scuole elementari. Qui mi sono occupato a lungo di ricerca e sperimentazione didattica. Il lavoro scolastico non mi ha impedito di laurearmi in lettere, sempre nel capoluogo lombardo, con una tesi in geografia umana.
Nel 1990 mi sono trasferito a Rieti assecondando il desiderio di mia moglie che ha nel Cicolano le sue radici. Ho continuato il mio lavoro di insegnate elementare per lungo tempo finché non ho scelto di passare alla suola media e concludere nel 2009 la mia carriera scolastica.

Ora, da pensionato, dopo aver compreso a fondo il significato di una città a “misura d’uomo”, ho deciso di portare il mio contributo, al di fuori delle gerarchie dei partiti, candidandomi nella lista Rieti Virtuosa e sostenendo una donna, Paola Cuzzocrea, per la carica di sindaco. Credo in una Rieti virtuosa che operi nell’interesse dei cittadini e che sappia utilizzare appieno le risorse che possiede per una migliore qualità della vita.

Maria Elena Ciancarelli (1973)
Laureata in Economia con una tesi che mi ha appassionata sul Marketing e la Comunicazione attraverso Internet, mi sono perfezionata successivamente con un  Master su queste discipline. Dopo alcune esperienze lavorative nel marketing e nella comunicazione a Milano e Bologna, lavoro  da alcuni  anni in un’azienda del Nucleo Industriale che produce e vende macchinari nei settori dello Sport e della Riabilitazione, dove ho svolto molteplici attività, facendo un’esperienza diversificata che mi ha permesso di conseguire una visione a 360° dei processi della gestione aziendale.

In Rieti Virtuosa ho incontrato un meraviglioso gruppo di persone, di grande onestà e capacità, con le quali  condivido un ottimismo di fondo e la necessità di smettere di lamentarsi sui mali della città per passare all’azione e dimostrare che se vogliamo veramente raggiungere un obiettivo, mettendoci impegno e lealtà, tutto diventa possibile.

Credo molto nel valore dell’uomo e nelle possibilità di rinnovamento offerte dalla vita a seguito dei momenti negativi, perché spingono a non arrenderci e a mettere il nostro sforzo personale per superarli. Penso che solo comprendendo che non si deve essere divisi, ma che bisogna unirci per un fine comune, possiamo finalmente restituire a Rieti il futuro che merita.

Tito Fabrizi (1976)
Sono nato Rieti nel 1976 e vivo in questa città fin dalla nascita.
Mi sono impegnato giovanissimo nello svolgere l’attività che di cui mi occupo tuttora: il meccanico di autovetture. Questa è stata la passione della mia vita fino ad arrivare ad aprire 11 anni fa un’ attività in proprio come autoriparatore e preparatore di vetture da competizione, di cui sono stato anche partecipe in prima persona.
Sono sposato e ho 2 figlie.

Maria Alduino (1958)
Classe ’58, palermitana doc ma romana di adozione.
Ho un marito, un figlio e da poco sono diventata anche nonna. Ho sempre amato la scienza, tanto da essermi diplomata perito chimico-biologico ed aver continuato ad aggiornarmi su diverse discipline scientifiche.
Come tanti giovani ho svolto molteplici attività lavorative, che tuttavia non hanno spento il mio entusiasmo per ciò che è nuovo e possibile. Da qualche anno vivo a Rieti che, ad uno sguardo superficiale, può apparire come una città sonnolenta, priva di spinte o scopi, ma ho scoperto in Rieti Virtuosa molte persone attive, vive e con i miei stessi ideali e speranze, e Paola Cuzzocrea è certamente una di queste.

Gianfranco Carocci (1953)
Nato a Roma, vivo ora a Rieti dopo aver viaggiato in Italia per motivi di lavoro.

Esperto del settore turistico alberghiero (grazie agli oltre 35 anni di esperienze professionali) mi occupo, tra l’altro, di sviluppo del prodotto attraverso realizzazioni di politiche marketing e commerciali.
La mia caratteristica è di credere nella possibilità di poter fare turismo mettendo l’anima al servizio della professionalità e della ricerca del giusto profitto.

Aurora Carosi (1945)
Pensionata ed innamorata di Rieti e dei reatini, sono appassionata della filosofia buddista di Nichiren Daishonin e delle pratiche olistiche.

Credo che per portare un grande cambiamento a questa città, dobbiamo partire da un profondo cambiamento interiore verso l’apertura e l’accettazione delle diversità, che potranno sicuramente arricchirci e migliorarci.

Luca Pezzotti (1975)
Nato a Rieti, mi presento nelle Liste Elettorali di Rieti Virtuosa come rappresentante dell’Associazione Honoris Causa, nella quale ricopro la carica di Presidente. Svolgo l’attività di Imprenditore: Amministratore della EGIN Srl e Presidente del Consorzio COGER. Inoltre sono Direttore Commerciale, Project Manager del “Progetto Lampade”, ideatore del Brevetto “Nu…mero10” ed Art Director del marchio “ArsSabina”. Conosco molto bene il mondo delle imprese, sono stato anche Membro del Direttivo Giovani Imprenditori di Rieti. Ho viaggiato molto, e mi sono dedicato a molteplici attività, nel tentativo di far crescere il mio bagaglio culturale e la conoscenza di diverse realtà sociali. Non ho un orientamento politico definito, credo nel superamento delle barriere ideologiche e delle contrapposizioni di parte, che hanno generato in tutti i settori rendite ingiustificate a danno di tutte le fasce di lavoratori. Sostenitore della forza dei “progetti” per la collettività, di natura pubblica o privata, credo nel coinvolgimento popolare e delle categorie professionali, per la loro redazione ed attuazione. Sono fermamente convinto che la rinascita di Rieti sia già iniziata, che i reatini sono stati, sono e saranno un grande popolo, come dimostrano tutti i giorni in varie parti del mondo, tranne che nella nostra stanca Rieti.

Cristina Ciobanu (1961)
Di origini rumene, cittadina Italiana da 10 anni, e residente a Rieti da 12. Lavoro nell’artigianato artistico come pittice e creatrice di oggettistica per arredamento, con il nome Crisor. Al momento sono ferma a causa di 4 malattie ambientali e invalidanti, quindi lotto per la sensibilizzazione e l’informazione sulle cause che modificano lo stato di salute delle persone, legate a vari tipi di inquinamento.

Sono molto attiva nel web, per diffondere il mio lavoro e le mostre dove ho partecipato: Rieti, Roma e Provincia, Genova, Bucarest, Londra e prossimamente Miami, Florida (USA). Ho partecipato alla Biennale Centro Italia 2010 e collaboro con l’Accademia SPONDA di Roma, a piazza del Popolo. Realizzo pitture con la tecnica mista su legno e tela, bassorilievo polimaterico, acrilico e smalti per la realizzazione di tele singole, trittici, pannelli, specchiere per grandi e piccoli ambienti.

Angelo Angeletti (1973)
Ho 39 anni, sono un grafico e webmaster.  Visionario e libero, sono appassionato di musica e arti visive. Credo nella filosofia induista e nell’ autorealizzazione.

Penso che il solo modo per ridare dignità alla politica sia neutralizzare i partiti e i politici di professione facendo in modo che siano cittadini “illuminati” ad amministrare, nella trasparenza e nella legalità, per il bene della collettività.

Caterina Bertoni (1944)
Anziana signora sotto i 70 per qualche altro anno, pensionata dal 2004, ex funzionario direttivo dell’INPS. Vivo a Rieti da cinque anni, ed ho sangue reatino per parte di mia nonna paterna, che mi ha trasmesso l’amore per questa città.
Curiosa di bilanci preventivi e consuntivi per deformazione professionale, in quanto ragioniera con laurea in Economia e Commercio, ho cominciato a consultare il sito istituzionale di questo Comune e sono rimasta folgorata.
Allontanata dalla politica dopo tangentopoli, ritorno perché convinta che la Cosa Pubblica, insieme a questo Movimento fatto di corpi e menti impegnati come me nel volontariato sociale cittadino, potrà diventare anch’essa virtuosa.

Gioacchino Fabbi (1952)
Impiegato comunale ad Antrodoco e residente a Rieti.
Batterista del gruppo musicale Avviso di Sfratto.

 

Maria Carmela Silipo (1967)
Calabrese di nascita, reatina per passione.
Mi trasferisco a Roma per frequentare l’Università, dove mi laureo in Scienze Politiche presso  La Sapienza. Gli anni erano quelli della Pantera: nell’Università, sempre aperta, si alternavano discussioni, assemblee e momenti di socialità libera. La critica, l’impegno, il conoscersi. La politica era soprattutto espressione di energie in cerca di spazi, per un nuovo protagonismo.
Dopo la laurea, faccio una breve esperienza in Emilia, per frequentare un master sull’Internazionalizzazione delle Imprese e maturo l’intenzione di orientare le mie scelte lavorative sul no-profit. Nel 1999 parto per l’Albania con un progetto di cooperazione internazionale. E’ il tempo della guerra in Kossovo e molti profughi varcano i confini, trovando accoglienza nei campi allestiti nei Paesi confinanti. Dopo l’Albania, mi trasferisco in Macedonia. Ed è qui che incontro il responsabile di un progetto sui rifugiati, che è anche il motivo del mio trasferimento a Rieti: con lui abbiamo due figlie, un gatto ed un mutuo.

Accantonati i viaggi, per vivere la famiglia, ho trovato lavoro a Roma presso la Parsec Cooperativa Sociale, di cui sono socia; ente che opera nel campo della promozione dell’agio per minori e famiglie, della Riduzione del Danno e della prevenzione di fenomeni sociali, quali la tratta internazionale di esseri umani,  l’abuso di sostanze psicotrope, le nuove dipendenze (gioco d’azzardo). Dopo una lunga esperienza nell’amministrazione dei progetti, attualmente mi occupo di progettazione sociale.
Amo leggere. Ed il pendolarismo mi dà molto tempo per questa passione …

Giovanni Piva (1970)
Nato ad Ancona, ambientalista per passione, dottore agronomo,  master in Economia Agroalimentare presso l’Università Cattolica, Specializzazione in gestione delle aree protette presso l’Università di Camerino, master in Pianificazione presso l’università di Camerino, vari studi nel campo dell’educazione ambientale, varie pubblicazioni nel campo della gestione delle aree naturali protette.
Attualmente Funzionario della Regione Lazio, lavoro nei parchi, dapprima presso il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, poi nel Lazio, presso la Riserva Naturale Laghi Lungo e Ripasottile, il Parco dei Monti Lucretili, La Riserva Naturale del Tevere Farfa e presso la Riserva Naturale Monti Navegna e Cervia, dove mi occupo di gestione ambientale, educazione ambientale, sviuluppo territoriale, progettazione, cartografia, e dove promuovo il volontariato ambientale ed il servizio civile nazionale.
Nella vita civile sono impegnato nel volontariato educativo e vorrei aprire a Rieti un gruppo scout del CNGEI l’associazione scout laica nella quale ho rivestito incarichi locali e nazionali.

Roberto Cavazzini (1983)
Reatino e grafico pubblicitario free lance. Attualmente lavoro come commesso part-time, mentre nell’ambito della grafica e del web-design ho messo in piedi qualche anno fa la Dharma Graphica.
Da sempre appassionato di musica, ho suonato la batteria in diversi gruppi.

 

Paolo Lapponi (1947)
Sono “pensionato” dal luglio del 2011. Ho lavorato per 35 anni nella Croce Rossa Italiana, dapprima a Roma, come Biologo specializzato in Medicina Trasfusionale e come Informatico. Successivamente, dal 2001, nel Comitato Provinciale della Croce Rossa di Rieti, assumendone poi l’incarico di Direttore fino al 2011.

Ho inoltre sempre coniugato le mie attività lavorative –  nel Volontariato, nella Donazione del Sangue, nel Soccorso e nelle Emergenze –  ad un impegno culturale che avesse come finalità e scopo le problematiche sociali, ambientali e della solidarietà. Queste mie attività si sono concretizzate sia con pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali nel campo dell’Immunologia; sia come sceneggiatore cinematografico, in particolare con “La mia generazione”, film selezionato per gli Oscar nel 1997; sia come Filmaker, Regista di documentari e sperimentatore di nuovi linguaggi con il maestro Alberto Grifi. E’ stata infine per me particolarmente significativa la collaborazione – continuativa e ancora in corso – con l’amico e scrittore Predrag Matvejevic.

Simonetta Battisti (1971)
Nata a L’Aquila, attualmente vivo a Rieti. Sono sempre stata impegnata nel sociale come assistente domiciliare ai servizi tutelari, diplomata in Dirigente di Comunità e Operatore Socio Sanitario. Ho prestato volontariato presso il centro diurno di Spinaceto (fondato da Simonetta Rigliani), organizzando un laboratorio musicale per i ragazzi, e presso la casa di riposo di Santa Rufina (Rieti) facendo volontariamente assistenza agli anziani.
Ho collaborato presso l’associazione culturale “Il Cardo” di Leonessa come scenografa e come cantante. Ho formato band musicali: “Volo Libero”, “I Senza Traccia”; ho partecipato attivamente a tutte le iniziative del mio paese di origine Leonessa, formando il gruppo “Tamburini Medievali di Leonessa”.
Ho partecipato a Castrocaro Terme (1999) come concorrente frequentando all’interno il seminario di composizione moderna, con il professor Polizzi. Ho partecipato al premio Mia Martini 2011, una voce per Mimì. Mi esibiscoe presso locali facendo piano bar.

Operatrice di primo livello Reiki, continuo a studiare per perfezionarmi nell’amore per se stessi e per il prossimo.

Attualmente sono attivamente occupata nella lista civica Rieti Virtuosa, pronta a tutte le iniziative che portano pulizia nel pensiero, nelle azioni, nel bene della collettività.

Giuseppe Di Caro (1963)
Nato ad Ascoli Piceno, ho insegnato per vent’anni come docente di fotografia presso l’Istituto d’Arte “A. Calcagnadoro” di Rieti, città con la quale fin dal primo momento ho stretto un sodalizio di profondo affetto e simpatia.
Dal 2006 sono fotografo ufficiale dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, nonché membro di giuria del premio David di Donatello.
Numerosi sono gli interessi che mi appassionano: la musica, il cinema, la fotografia, i rapporti umani.

Lorenzo Vella (1990)
Nato a Rieti, sono un tecnico installatore cancelli e automazioni. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’ elettronica e la meccanica applicata.
Sogno di vivere in una città le cui le straordinarie potenzialità ambientali e sociali vengano sfruttate a dovere per l’interesse di chi Rieti la abita e la vive.

 

Andrea Costa (1971)
Sono nato a Rieti nel ’71. Mi sono laureato in Informatica all’Università dell’Aquila. Ho svolto attività di docenza presso scuole pubbliche ed ho tenuto corsi di alfabetizzazione informatica presso il centro giovanile del comune di Rieti.
Ho anche lavorato con aziende nazionali e multinazionali come consulente informatico, attualmente sono impiegato dal 2006 in qualità di softwerista presso una azienda locale.

Mi piace ascoltare musica, passeggiare e trascorrere del tempo libero con gli amici. Amo il contatto con la natura, rispetto l’ambiente e mi impegno sempre in prima persona nelle cose in cui credo. Ho abbracciato il progetto di Rieti Virtuosa perché sono convinto che sia necessaria la condivisione e la partecipazione di ogni cittadino per migliorare la nostra città.

Stefano Massari (1977)
Nato a Rieti, frequento con successo il Liceo Scientifico “C.Jucci” dove conseguo il diploma nel 1996. Inizio a lavorare nella cooperativa gestista da mio padre, dove in breve tempo passo da operaio “in linea” alla gestione del magazzino; a seguire, dopo aver effettuato il servizio militare come volontario nella brigata paracadutisti “Folgore”, riprendo il posto in cooperativa, dove in breve tempo mi vengono affidati incarichi di amministrazione ed organizzazione human resources. Decido di sperimentarmi in altro ambiente e, partendo da zero come crew presso un noto fast-food, divento dopo pochi mesi prima manager poi vice-direttore, conseguendo 2 diplomi manageriali aziendali per tale multinazionale. Nel 2004 riparto ancora da zero e apro un’agenzia di viaggi – tour operator, che dopo quasi dieci anni diventa un punto di riferimento assoluto in città nel mondo dei viaggi. Prossimo obiettivo l’implementazione del settore incoming, con lo sfruttamento delle risorse che offre la nostra splendida città.

Eleonora Podaliri Vulpiani (1975)
Nata a Rieti, classe 1975, mi sono laureata in Discipline Musicali presso l’Alta Formazione Artistica del Conservatorio “A. Scontrino “ di Trapani. Accanto agli studi musicali, ho coltivato gli studi giuridici presso la facoltà di Giurisprudenza la “Sapienza “ di Roma.
Da anni svolgo attività didattica, come docente di pianoforte presso il 3° Circolo Didattico di Villa Reatina, in Rieti, con un progetto finalizzato all’insegnamento e sensibilizzazione della musica. Accanto all’attività di docenza, sin dalla tenera età, svolgo attività concertistica, sia solistica che di musica da camera, su tutto il territorio nazionale.

Collaboro da anni con Associazioni musicali locali (Musikologiamo), attraverso l’organizzazione di eventi musicali che oltre a coinvolgere bambini e ragazzi di tenera età si prefigge quale scopo la divulgazione di una tra le tante forme artistiche, la musica, considerata nei secoli quale linguaggio universale che indistintamente accomuna ogni essere umano.

Raffaele Cavaliere (1957)
Psicologo e psicoterapeuta, libero professionista dal 1985.
Svolgo attività clinica di psicoterapia individuale e di gruppo, terapia di coppia, consulenze legali e perizie (separazione / divorzio ed affidamento); gruppi di tecniche di visualizzazione e di meditazioni di guarigione, gruppi di Costellazioni Familiari Sistemiche metodo Bert Hellinger.  Sono docente di Psicologia per l’Università Popolare di Ladispoli (UPTER), per la Lux Terrae Counseling di Roma, formatore per gli insegnati delle scuole di ogni grado, supervisore per educatori impegnati nella ri – socializzazione di giovani devianti, collaboro con società di consulenza aziendale e di formazione.
Ho acquisito fama internazionale relazionando in convegni in Italia ed all’estero, tenendo conferenze e seminari, pubblicando numerosi articoli scientifici, sociali e politici, nonché di cultura generale.
Ho pubblicato in Italia sei libri, di cui alcuni sono editi all’estero e per cui ho ricevuto dei riconoscimenti internazionali.

Da sempre sono impegnato come volontario nei settori della cultura e del sociale, organizzando eventi di grande respiro in cui tratto i temi d’attualità socio-politici e dell’esistenza umana con una visione olistica.

Paolo Campanelli (1964)
Progettista della comunicazione. Nato a e cresciuto a Rieti, conclusi gli studi al liceo M.T. Varrone mi trasferisco a Roma dove mi diplomo presso l’Istituto Europeo di Design.
Nel 1995 fondo, amministro e dirigo “Uhuru” (che significa “libertà” in lingua swahili), una delle primissime web agency nazionali, portandola alla leadership del mercato, entrando nel 1999 a far parte del Gruppo Espresso S.p.A. e contribuendo alla startup e alla promozione di Kataweb e alla progettazione e sviluppo dei primi grandi portali italiani fino al 2002.
Nel frattempo, dal 1997 recupero le mie radici tornando a vivere tra Rieti e Fara in Sabina, e nel 2003 costituisco una nuova web agency che dal 2005 trasferisco da Roma in provincia di Rieti, complice la nascita di mio figlio Govanni Sebastiano.
Negli ultimi anni mi sono dedicato molto a Rieti e provincia, focalizzando la mia attività nella promozione turistica dell’intero territorio Sabino. Ho contribuito in particolare alla nascita e allo sviluppo del “Cammino di Francesco” e di “Sabina Mater”. Nel 2007 ho curato l’ideazione e la direzione artistica della rassegna “I giorni di Francesco”, giunta nel 2011 alla quinta edizione.

Ho partecipato negli ultimi anni alla nascita di alcuni comitati in bassa Sabina e ho costituito l’associazione “Sabina Futura”, per contribuire a difendere il territorio della provincia di Rieti nella sua identità storica-culturale e nel rispetto della sua vocazione naturalistica e turistica, immaginando modelli di sviluppo che si armonizzino con il pregio ambientale e paesaggistico.
Alle elezioni comunali di Fara in Sabina del 2011 sono stato candidato sindaco per la lista civica Fara Virtuosa, ispirata all’associazione dei Comuni Virtuosi, unica lista di cittadini nata al di fuori dei partiti e con l’appoggio di associazioni ambientaliste e di volontariato, ottenendo il 5,4% dei consensi.

Lorenzo Bartolucci (1973)
Nato a Roma e residente a Rieti da un paio d’anni, impiegato amministrativo all’Ufficio Scolastico di Rieti – ex provveditorato agli studi. Laureato in economia e commercio nel 1999 all’Università La Sapienza, master in Europrogettazione. Esperienza professionale quadriennale nella gestione di un magazzino di commercio equo e solidale a Ladispoli (RM), promotore dei gruppi d’acquisto solidale, della finanza etica, obiettore di coscienza c/o la Caritas di Roma alla mensa sociale di Colle Oppio, socio di Banca etica, esperienze di volontario di woofer (che sta per “willing worker on organic farms”, ossia lavoratore volontario in cambio di vitto e alloggio) in eco-villaggi ed aziende agricole bio italiane ed estere (Danimarca). Animatore di gruppi di discussione sulla decrescita e città in transizione.

Amante delle escursioni e delle passeggiate a piedi e in bici, credo che questa città abbia bisogno di ritornare ad avere fiducia in se stessa e non avere paura di confrontarsi e imparare da chi, in altri contesti, ha deciso di intraprendere scelte virtuose e coraggiose. Mi candido perché credo che a livello politico Rieti debba guardare all’esterno dei propri confini territoriali e trarre esperienza da ciò che succede in Italia a livello di bilancio partecipato, strategia rifiuti zero, difesa e creazione di beni comuni, partendo dalle buone prassi già messe in atto da amministrazioni di diverso colore politico, senza dimenticare che i primi attori del cambiamento che professiamo di voler realizzare ed attuare dobbiamo essere noi stessi. Affinché lo slogan “un altro mondo è possibile” incominci da domani, con il contributo, la partecipazione e la messa in circolo delle idee ed il buon senso dei cittadini.

 

I commenti sono chiusi.