Articoli Commenti

Rieti Virtuosa » Comunicati Stampa, Cultura ed Eventi, Turismo » Turismo matrimoniale, grazie alla proposta di Rieti Virtuosa si potrà dire “sì” in 3 strutture di pregio

Turismo matrimoniale, grazie alla proposta di Rieti Virtuosa si potrà dire “sì” in 3 strutture di pregio

By: Kumon

Il Movimento civico Rieti Virtuosa esprime soddisfazione per l’individuazione di tre suggestive strutture turistiche del territorio reatino – Villa Annunziata (Via Foresta, 26); Villa Cavalieri (Via della Rocchetta-San Benedetto, 10); Colle Aluffi (Via Chiesa Nuova 195) – come sedi alternative alla Casa Comunale del capoluogo per la celebrazione di matrimoni civili. Si tratta del risultato del bando pubblicato dal Comune di Rieti sollecitato proprio da Rieti Virtuosa a partire dal giugno 2013 e che finalmente potrà dare la possibilità non solo alle tre strutture individuate ma a tutti gli operatori economici reatini del settore turistico, ristorativo, ricettivo, culturale e legato all’organizzazione eventi la possibilità di incrementare il cosiddetto “turismo matrimoniale” proveniente da fuori città e, auspichiamo, anche dal resto della Penisola e dai tanti Paesi stranieri per i quali l’Italia continua a rappresentare la patria del romanticismo.

Nei diversi Comuni d’Italia dove questa idea è già diventata realtà da tempo, e guarda caso spesso si tratta di amministrazioni dell’Associazione Comuni Virtuosi a cui il nostro Movimento civico si ispira, si sono già registrati riscontri economici molto positivi, in quanto le strutture, dal castello all’agriturismo, possono definire le tariffe da applicare agli “aspiranti sposini”. Senza contare le opportunità che si aprono per wedding planner e tutto il mondo delle professioni che ruota attorno all’evento “matrimonio” (catering, fotografi, parrucchieri ed estetiste, abbigliamento, fiori, bomboniere e partecipazioni, ecc.)

Secondo quanto segnala Federturismo su dati JFC Tourism & Management, l’Italia è la meta preferita al mondo per il ‘wedding tourism’: su 44 milioni di turisti che ogni anno visitano l’Italia, 352mila – circa l’8% – lo fanno per sposarsi, festeggiare anniversari o per viaggi di nozze. Nel 2014 sono state 6.724 le nozze di stranieri celebrate in Italia, mostrando una forte crescita rispetto al 2013 che registrava 4.728 matrimoni e constatando quindi una crescita del +42%. In base ai dati dell’Osservatorio sul Wedding Internazionale di Sposa Mediterranea Network, il matrimonio internazionale è un business di rilevanti dimensioni con un giro d’affari che nel 2014 superava i 350 milioni di euro e nel 2015 i 400 milioni, un dato in costante ascesa, superiore di quasi il 50% a quello rilevato due anni prima. L’Italia, dopo i Tropici, è al secondo posto assoluto tra le mete mondiali e al primo tra quelle europee più gettonate per i destination weddings. Il matrimonio internazionale è tra l’altro un ottimo veicolo per fidelizzare turisti e accrescerne quindi i flussi. Il 25% di chi si sposa in Italia torna per festeggiare il primo anniversario. Il 47,6% dopo 2 o 3 anni, il 12,4% dopo oltre 5 anni. Il 90% consiglia agli amici di sposarsi in Italia.

“Il mondo del wedding è un un vero e proprio comparto economico ed ha grandi potenzialità, anche a Rieti dove possiamo contare su location di pregio, buon cibo, cultura ed un contesto ambientale unico nel Centro Italia. – spiega Marco Giordani, presidente di Rieti Virtuosa – E’ però necessario che gli operatori del settore si mettano in rete e generino sinergie in modo da far fruttare al massimo questa opportunità”.

Le nazioni che amano il wedding made in Italy sono il Regno Unito 25%, Stati Uniti e Canada 15,4%, Russia 9,4%, Giappone 7,8%, Australia 5,2%, Arabia Saudita 6,3%, Cina 4,6%, Brasile 4,2 e Germania 1,5%. Il restante 21% è equamente diviso tra le nazioni emergenti, quali Paesi Baltici ( con un’alta percentuale di Lituania), Paesi ex Orbita Russa, Turchia e India.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Rieti Virtuosa con almeno 1 €
Inserisci l'importo » € e
oppure sostieni il cambiamento con un bonifico

Archiviato sotto: Comunicati Stampa, Cultura ed Eventi, Turismo · Tags: , ,

I commenti sono chiusi.