Articoli Commenti

Rieti Virtuosa » Attività economiche e produttive, Comunicati Stampa, in Evidenza » Ex aree industriali, Rieti Virtuosa: il Comune governi il processo di riqualificazione

Ex aree industriali, Rieti Virtuosa: il Comune governi il processo di riqualificazione

Zuccherificio_di_Rieti_-_2010D’Orazi: la delibera di iniziativa popolare e il concorso Mps-Rena devono viaggiare sullo stesso binario

Una grande occasione che il Comune di Rieti ha il dovere di cogliere governando, con in mano la proposta arrivata dai cittadini ed approvata lo scorso 16 luglio dal consiglio comunale di Rieti, un processo che porterà finalmente alla riqualificazione delle ex aree industriali. (http://www.comune.rieti.it/article/14/07/il-consiglio-approva-la-delibera-di-iniziativa-popolare-sulla-mobilit-sostenibile
Con questo auspicio il Movimento civico Rieti Virtuosa invita l’Amministrazione comunale, in vista dell’incontro pubblico promosso per venerdì 26 settembre da Rena, Banca Monte dei Paschi di Siena e Comune di Rieti durante il quale verrà presentato un concorso internazionale di idee per riqualificare l’area, a dare voce concretamente alla volontà espressa dai cittadini attraverso la delibera di iniziativa popolare promossa da Rieti Virtuosa, Cittadinanzattiva e Sabina in Movimento, riguardante la proposta per un “Bando di idee per un progetto europeo per lo sviluppo di un modello integrato di mobilità urbana sostenibile, comprensivo di ripristino ambientale delle aree ex industriali”.
Ricordiamo che la delibera sulla Mobilità Sostenibile approvata dal consiglio comunale di Rieti e visionabile integralmente sul sitowww.rietivirtuosa.it propone l’emissione di un bando europeo di idee che progetti un sistema integrato di mobilità sostenibile (rotaia, piste ciclabili, parcheggi di scambio e di accesso al centro storico) nell’intera città, partendo dalla bonifica delle aree ex-industriali. Tale bando dovrà chiedere di valutare la possibilità di realizzare un Mini metrò urbano che colleghi i quartieri di Villa reatina-Piazza Tevere-Porta D’Arce-Molino della Salce (sfruttando l’attuale asse ferroviario L’Aquila-Rieti-Terni-Roma) e i quartieri di Micioccoli-Madonna del Cuore-Viale Fassini (linee industriali preesistenti).
“Sappiamo che Rena e Monte dei Paschi di Siena hanno avuto modo di visionare il contenuto della delibera di iniziativa popolare e di apprezzarne i contenuti. – spiega Piero D’Orazi, presidente di Rieti Virtuosa – Sta ora all’organo politico che deve essere garante della volontà popolare, tra l’altro fatta sua dallo stesso consiglio comunale, far sì che le due iniziative viaggino sullo stesso binario e che l’iniziativa privata e la creatività di chi concorrerà nell’ambito del bando trovino compimento e soddisfazione anche economica all’interno di una visione della città che per funzione istituzionale deve essere espressa dall’ente pubblico, ossia dal Comune, che nel caso specifico ha già ampiamente abdicato al proprio ruolo di autorità competente a cui è riservato l’obbligo dell’intervento di bonifica in danno in sostituzione dei responsabili delle contaminazioni inadempienti e dei proprietari che non procedono volontariamente al risanamento dei siti inquinati secondo le norme ambientali. E purtroppo a tutt’oggi non possiamo che constatare lo stato di abbandono in cui versa da anni l’ex SNIA, come l’ex Montedison, entrambe siti contaminati nel cuore della città.”
Quanto ai soldi per poter dare gambe a questi progetti, segnaliamo che il Comune di Rieti, oltre ai tanti Fondi Europei che potrebbero essere attivati, può candidarsi ai finanziamenti previsti nell’ambito del “Fondo per il riequilibrio territoriale dei Comuni del Lazio”, istituito dalla Legge Regionale n.7/2014 con una dotazione complessiva di 91 milioni per il triennio 2014/2016. Di questi, una quota, pari a 30 milioni – 15 milioni per il 2014, 10 milioni per il 2015 e 5 milioni per il 2016 –  viene ripartita in base al numero di abitanti, alla capacità fiscale, al fabbisogno infrastrutturale, alla dimensione geografica, mentre 57 milioni verranno attribuiti a quelle amministrazioni pubbliche che presenteranno, entro il 30 settembre, una richiesta di finanziamento  per progetti specifici per il consolidamento dei servizi sociali, per la tutela ambientale, per la riqualificazione urbana, per progetti di manutenzione della viabilità, mobilità sostenibile e di natura infrastrutturale, finalizzati anche alla localizzazione di insediamenti produttivi e messa in sicurezza dei territori, per iniziative di promozione del territorio, nonché per concorrere al mantenimento dell’equilibrio di bilancio.
Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Rieti Virtuosa con almeno 1 €
Inserisci l'importo » € e
oppure sostieni il cambiamento con un bonifico

Archiviato sotto: Attività economiche e produttive, Comunicati Stampa, in Evidenza · Tags: , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.