Articoli Commenti

Rieti Virtuosa » Comunicati Stampa, Sociale, Accoglienza e Salute » Cittadinanzattiva Rieti e Rieti Virtuosa: no alla esternalizzazione della Mensa Ex Manni

Cittadinanzattiva Rieti e Rieti Virtuosa: no alla esternalizzazione della Mensa Ex Manni

mensaL’associazione Cittadinanzattiva Rieti e il movimento Rieti Virtuosa manifestano la propria contrarietà alla decisione del Comune di Rieti di esternalizzare i servizi mensa delle case di riposo per anziani.

I volontari delle due organizzazioni hanno ricevuto tale segnalazione dalla casa di riposo ex Manni sita in via Riposati 43, protagonista anche di un altro spiacevole fatto: una denuncia subita da parte delle autorità per aver ospitato anziani non autosufficienti.

La decisione di esternalizzare i servizi mensa ci sembra piuttosto inopportuna dal punto di vista della qualità e dell’efficienza. La qualità dei cibi, come dimostrato da varie esperienze, non è affatto superiore a quella fornita da mense interne a causa del trasporto e dei trattamenti legati ad esso; risulterebbe inoltre difficile, se non impossibile, modificare in tempo le ordinazioni per adeguare i cibi alle urgenze degli ospiti. Se ad esempio un ospite necessitasse all’ultimo momento di un brodo caldo a causa di una complicazione intestinale sopraggiunta in tarda serata, la modifica dell’ordinazione non sarebbe possibile e la richiesta non sarebbe realizzabile in quanto i cibi sarebbero stati ordinati e preconfezionati ore prima. Temiamo inoltre che la consegna contemporanea di tutti i cibi ordinati potrebbe aumentare la difficoltà del lavoro degli operatori a causa della concentrazione dell’attività in un minor lasso di tempo andando a generare problemi nell’assistenza degli ospiti più bisognosi altrimenti evitabili. In ultimo riteniamo che gli anziani ricevendo cibi in contenitori di plastica preconfezionati perderebbero la quotidiana consuetudine di un pasto casalingo e ciò intaccherebbe sicuramente il loro umore e la loro psiche già tanto delicata.

In riferimento alla denuncia effettuata da parte dei NAS circa la presenza di ospiti non autosufficienti all’interno della Casa di Riposo, ci permettiamo di esprimere un nostro parere, maturato attraverso esperienze vissute dall’associazione durante l’estate. Innanzitutto è normale che un anziano, entrato “autosufficiente” in Casa di Riposo, con il passare degli anni possa non esserlo più, per cause fisiologiche e naturali. Non per questo tali ospiti dovrebbero essere messi fuori dalla Casa di Riposo che per anni è stata “la loro casa”; per essere portati dove? Restituendoli alle famiglie nei momenti più delicati ? O allocandoli in strutture alternative attualmente inesistenti ?

Gli operatori della casa di riposo ci hanno dimostrato di saper gestire gli ospiti non autosufficienti in modo estremamente professionale : una delle loro ospiti, infatti, costretta a trasferirsi all’ospedale a causa di  sopraggiunte complicazioni, non ha ricevuto le dovute attenzioni ed è morta pochi giorni dopo il ricovero. I parenti più stretti ci hanno mostrato le foto delle enormi piaghe da decubito che ricoprivano la donna dopo il soggiorno all’ospedale assicurandoci che queste non erano presenti sul corpo dell’anziana signora quando era ospite all’ex Manni. Ci chiediamo a questo punto quanto sia appropriata la denuncia subita dalla suddetta casa di riposo.

CITTADINANZATTIVA RIETI

RIETI VIRTUOSA

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Rieti Virtuosa con almeno 1 €
Inserisci l'importo » € e
oppure sostieni il cambiamento con un bonifico

Archiviato sotto: Comunicati Stampa, Sociale, Accoglienza e Salute · Tags: , , , , , ,

I commenti sono chiusi.